Risparmiare energia in casa

Risparmiare energia in casaRisparmiare energia in casa: un buon risparmio energetico inizia dalla progettazione accurata della propria casa.

Una buona coibentazione del tetto permette di ridurre la dispersione del calore con un notevole risparmio energetico, poiché il calore tende a salire verso l’alto e, in mancanza di una buona sigillatura, si disperde all’esterno.

Un buon isolamento del tetto deve essere effettuato con materiali a conducibilità costante abbinati a materiali bituminosi. Occorrono materiali inalterabili al caldo e che resistano agli sbalzi di temperatura senza lacerare le membrane impermeabilizzanti.

Se non si vogliono affrontare lavori così impegnativi è sufficiente realizzare un contro soffitto in lana di vetro e rivestito poi in cartongesso oppure pannelli in fibra di legno, da pitturare poi a proprio piacimento.

Considerando la possibilità di poter ancora usufruire delle agevolazioni fiscali per ristrutturare la casa, un buon impianto a pannelli solari si ripagherà da solo in 5/6 anni con il risparmio nella bolletta del gas.

Altri consigli per risparmiare energia in casa

Contemporaneamente si può valutare la possibilità di installare dei pannelli solari che permettano di produrre tutta l’energia necessaria al fabbisogno della famiglia.

Il costo da sostenere per l’installazione dei pannelli solari è notevolmente ridotto rispetto a quelli di alcuni anni fa, mentre il prezzo dell’energia è in costante aumento. Per un perfetto isolamento termico della casa è necessario valutare inoltre l’opportunità di predisporre finestre a taglio termico e con doppi vetri per risparmiare energia in casa.

Le finestre a taglio termico sono infissi trattati con una schiuma di poliuretano posta all’interno di una camera interna al profilato, Con questi tre accorgimenti i consumi di energia elettrica saranno pressoché azzerati e i consumi del gas ridotti di oltre il 50%.

Per quanto riguarda l’accurata progettazione interni casa, si possono ottenere significativi risparmi con alcuni accorgimenti, occorre poi porre molta attenzione all’utilizzo del riscaldamento nei mesi più freddi; impostare una temperatura a 17/18 gradi permette di vivere bene all’interno, senza eccessivi sbalzi termici in caso di uscita all’aperto, in questi modi, avendo dei piccoli accorgimenti si può senzaltro risparmiare energia in casa.